Torna all'elenco >

Lotta biologica alle virosi

MECCANISMO D’AZIONE DELL’ ERGOFERT SHARK.

La crescita delle piante è fortemente influenzata dalle condizioni ambientali ed in particolare dagli stress. Gli stress biotici sono causati da organismi viventi quali funghi, batteri, nematodi, insetti, mentre gli stress abiotici sono causati da fattori ambientali quali disponibilità idrica, qualità della luce, temperatura, qualità dell’acqua disponibile, metalli pesanti, nutrizione, pH, natura del suolo, humus, ecc.

Le piante essendo organismi immobili non hanno la possibilità di sfuggire alle cause di stress quindi hanno sviluppato, nel corso dell’evoluzione, meccanismi molecolari che permettono di adattarsi a fattori ambientali sfavorevoli.

Gli stress sono alla base delle malattie dei vegetali perché riducono la capacità della pianta di sintetizzare le sostanze di difesa.

La sempre maggiore presenza di virosi è il segnale che stanno aumentando le cause di stress.

I  ricercatori della B.E.A. s.r.l. hanno realizzato un formulato dell’ ERGOFERT volto a ridurre moltissime situazioni di  stress per consentire alle piante di combattere in modo del tutto naturale le virosi .

Il suo meccanismo di azione è semplice e nel contempo complesso.

Una prima azione dell’ ERGOFERT SHARK  consiste nel  consentire alle piante di ridurre considerevolmente l’energia che spendono per  il trasporto attivo dell’acqua, contenente i nutrienti,  dalle radici alle foglie, facilitando la risalita per capillarità. La presenza di catalizzatori minerali e biologici consentono un ulteriore risparmio energetico nei processi metabolici che trasformano i minerali in biomassa.

L’energia solare risparmiata permette una più efficiente fotosintesi che viene utilizzata dalla pianta per produrre sostanze di difesa.

L’ ERGOFERT SHARK  contiene, inoltre, particolari complessi molecolari di silicio e carbonio che irrobustiscono la membrana cellulare  riducendo la capacità dei virus di penetrare nelle cellule. Quest’azione riduce l’aggressività dei virus consentendo alla pianta malata di reagire rapidamente; ha il tempo necessario per produrre le sostanze di difesa che le consentono si superare la malattia o convivere col virus e nella maggioranza dei casi vegetare e produrre normalmente.

Mentre l’ERGOFERT SHARK permette alle piante di contrastare i virus apporta microelementi e carbonio organico che incrementano la produzione migliorano la qualità e conservabilità dei raccolti.

I migliori risultati si ottengono utilizzando l’ERGOFERT SHARK unitamente all’ ERGOFERT MAGNESIO.

La frequenza e il numero dei trattamenti dipendono dal tipo di coltura e dallo stato diffusione del virus.